Studio

studiowebB

Lo Studio Monaco e Martini si è configurato  nel suo attuale stato nel 1969 ed è stato costituito in forma giuridica nel 1977.

Lo studio, attivo già dagli anni ’40, ha prodotto alcune tra le opere più significative della cultura architettonica italiana del secondo Novecento e continua questa sua tradizione di eccellenza in particolare nella messa a punto di modelli architettonici che hanno partecipato con successo ai più impegnativi concorsi di progettazione  internazionali.

Il coordinamento tra le varie discipline progettuali (strutture, impianti, inserimenti urbanistici ed ambientali) e la capacità di concepire organismi complessi integrati concorrono alla qualità e alla caratterizzazione delle opere. La profonda conoscenza e attenzione alla continua evoluzione della normative garantiscono alla committenza il raggiungimento dei necessari standard di legge.

Nel 1980 gli architetti Edoardo Monaco e Alessandro Martini hanno costituito una società operativa di servizi di engineering denominata  MM.AR.CONSULT s.r.l. .

Utilizzando la sua lunga esperienza, lo Studio si è strutturato per fornire sia servizi coordinati di architettura, urbanistica, ingegneria, pianificazione territoriale e arredamento sia assistenza alla costruzione per la messa a punto di studi di fattibilità e di piani economico-finanziari.

Nella realizzazione di svariate tipologie sono state definite delle strategie e metodologie per risolvere tutti i problemi che si possono presentare nel campo dell’edilizia sia residenziale che specialistica (alberghiera, aeroportuale, ospedaliera, mercantile, sportiva etc.) nella pianificazione urbana e territoriale, nella ingegneria e nella architettura degli interni.

Lo Studio ha messo a punto un sistema si sviluppo e coordinamento progettuale tramite piattaforma informatica, che permette di operare in sinergia con società e studi professionali ubicati in vari paesi del mondo. Tale procedura permette lo sviluppo di progettazione esecutiva e costruttiva operando su layer armonizzati e condivisi.